giovedì 12 novembre 2009

Solidarietà.
























Tutta questa indignazione per la pubblicazione
del fumetto di Alessio Spataro su la ministra
Meloni, davvero non la capisco.
Indignazione bipartisan: la destra che lancia
strali contro una satira volgare e diffamatoria,
la sinistra (perchè esiste ancora?) che segue a
ruota come un cagnolino che non vuole essere
lasciato solo al freddo e al gelo.
Che andassero a riguardarsi qualche vecchia
vignetta de "Il Male" per capire quali livelli
di "cattiveria" si sono toccati negli anni '70.
E anche "Cuore" non scherzava mica.
Ora, in questa nazione totalmente narcotizzata
da culi e tette, ballerine, trans e direttori di TG
che ammiccano al cabaret d'avanspettacolo,
la satira è un ospite scomodo, mal sopportato,
di quelli che non vedi l'ora che se ne vadano
per sbattergli la porta dietro e sperare
che scompaia lungo il tragitto verso casa.