giovedì 11 giugno 2009

Pensierini.

Erano pronti a ricostruire le Brigate Rosse i sei arrestati dalla Digos romana.
Pare che avessero già iniziato una colletta per l'acquisto di un ciclostile di
seconda mano (ma ancora funzionante) ed un normografo per scivere le
prime lettere di lottà rivoluzionaria.